Il nostro programma di Governo della città intende focalizzare l’attenzione su una nuova gestione e prevenzione in fatto di Sicurezza. La parola d’ordine sarà “ Sicurezza Partecipata” e la gestione riguarderà un efficace controllo di vicinato con il coinvolgimento dei cittadini, delle forze dell’ordine e dei funzionari e dirigenti comunali. La tecnologia in questi ultimi anni ci è venuta incontro e strumenti come la geolocalizzazione permettono attraverso gli smartphone di inviare informazioni utili per segnalare atti criminali, problemi alla sicurezza stradale, illuminazione deficitaria. Le segnalazioni fatte dai cittadini saranno tracciate e prese in carico da chi di competenza che in tempi brevi potrà avviare un pronto intervento. Questo è il nuovo concetto di amministrare una città dotandosi di tecnologie che consentano ai cittadini di avere un rapporto più diretto con l’amministrazione controllandone l’efficienza e i tempi di reazione. Questa è “Sicurezza Partecipata”.

 

Una città che dimostra di essere accogliente non può prescindere dal rassicurare i propri cittadini proteggendoli sia nelle strade con l’importante lavoro svolto, soprattutto in fase di prevenzione dalle Forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia) e dai Vigili Urbani, che con il controllo mediante un Piano Telecamere che copra l’intero territorio dalle periferie al centro della città con particolare attenzione ai giardini pubblici dei vari quartieri, la zona del Castello di Rivoli.

 

Una delega sulla Sicurezza per riorganizzare, attraverso un confronto con i diretti interessati, i compiti della Polizia Municipale per avere più agenti in strada. La Polizia Municipale impiegata a contrastare l’abusivismo ed il degrado. Disponendo di più agenti in strada si andrebbe incontro alle aspettative dei cittadini che chiedono maggiore vigilanza nei quartieri colpiti da furti o all’interno dei mercati.

 

La sicurezza a Rivoli passa anche da un miglioramento e aumento nei punti sensibili della città dell’illuminazione pubblica, per rendere la vita difficile ai delinquenti che, come è noto, sono favoriti dal buio. 

 

 

I mercati rionali più importanti, le fiere, avranno sempre la presenza di una pattuglia a piedi di polizia locale in abiti borghesi, per combattere furti con destrezza, taccheggio e abusivismo commerciale.

 

Maggiori risorse a bilancio per creare percorsi di autodifesa per le donne e per tutte le fasce più deboli.

Implementazione di telecamere nei parcheggi collegate direttamente con le forze dell’ordine in tempo reale.

 

Miglioramento dell’illuminazione dei parcheggi: illuminare maggiormente le aree più buie equivale ad aumentare la sicurezza di tutti e soprattutto delle donne.

Contattami

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Responsabile committente: il candidato -  Andrea Tragaioli L. 515/93